logo di graduatorie scuola

30 CFU | Chi può conseguirli?

30 CFU Abilitanti | A chi sono rivolti?

Percorsi abilitanti di formazione iniziale degli insegnanti, i 30 CFU (crediti formativi universitari), come orientarsi? Chi deve conseguirli? Quali le classi di concorso, le materie, l’abilitazione. E come ottenerli?

Con Graduatorie Scuola sarà facile fare chiarezza su tutto. Procediamo, cercando di chiarire tutti i percorsi e chi può intraprenderli.

30 CFU | Percorso per la seconda abilitazione

È il percorso rivolto a coloro che sono già in possesso di abilitazione su una classe di concorso o su un altro grado di istruzione e coloro che sono in possesso della specializzazione sul sostegno.

Questa tipologia di docente può conseguire, l’abilitazione in altre classi di concorso o in altri gradi di istruzione ma solo se è già in possesso del titolo di studio necessario con riferimento alla classe di concorso.

La seconda abilitazione viene conseguita con un percorso universitario e accademico di formazione iniziale da 30 CFU, nell’ambito delle metodologie e tecnologie didattiche applicate alla disciplina di riferimento. 

I percorsi possono essere svolti anche mediante modalità telematiche, comunque sincrone. 

30 CFU | Percorso per docenti con almeno 3 anni di servizio

Questo percorso è rivolto a coloro che abbiano svolto servizio nelle istituzioni scolastiche (non solo statali) per almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre, nei cinque anni precedenti (valutati ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124). 

30 CFU | L’offerta formativa

  • 4 CFU
    • Discipline di area pedagogica M-PED/01; M-PED/02; M-PED/04

Fondamenti di pedagogia generale, sociale e interculturale; teorie e modelli di interpretazione della relazione educativa in contesti scolastici inclusivi, e con riferimento a tutti i protagonisti della rete educativa e formativa; la scuola come ambiente di apprendimento: analisi dei bisogni educativi e formativi degli adolescenti e dei giovani nella società contemporanea, con particolare attenzione a tutte le situazioni di disagio; dimensioni pedagogico didattiche dei fenomeni di dispersione e abbandono scolastico; • storia della scuola e delle istituzioni educative in Italia e in Europa; valutazione di sistema e valutazione degli apprendimenti.

  • 3 CFU
    • Formazione inclusiva delle persone con BES (disabilità, disturbi evolutivi specifici/DSA e svantaggio economico, sociale e culturale) M-PED/03

Concetto di inclusione e politiche specifiche per gli alunni con BES; ICF; organizzazione scolastica per l’inclusione: barriere e facilitatori; PEI nazionale e ruolo dell’insegnante curricolare; modelli di PDP.

  • 3 CFU
    • Disciplina di area linguistico-digitale M-PED/03; Tecnologie digitali: INF/01, INGINF/05 e applicazioni in ambito didattico: M-PED/03; Principi e metodi della programmazione: INF/01, INGINF/05 e applicazioni in ambito didattico: M-PED/03; Competenze informatiche di base e trasversali: INF/01 e INGINF/05; Linguistica L-LIN/02.

Metodologie della didattica digitale; tecnologie della didattica digitale; programmazione informatica (coding); competenze informatiche di base e trasversali elementi di educazione linguistica.

  • 3 CFU
    • Disciplina psico-socio-antropologiche M-PSI/01; M-PSI/04; SPS/08; M-DEA/01

Processi psicologici implicati nel processo di insegnamento-apprendimento: ragionamento e problem solving; processi di costruzione del sé; sviluppo delle competenze sociali; identità e legami affettivi;  processi psicologico-sociali, individuali e di gruppo, che influenzano il funzionamento dei gruppi classe e delle organizzazioni scolastiche; gestione delle dinamiche di gruppo e dei conflitti interpersonali e intergruppi;  etnografia del contesto classe: conoscenze e competenze di natura antropologica e antropologicoculturale, volte al riconoscimento dell’alunno con la sua storia, la sua identità e le specificità dei suoi contesti culturali e familiari, ai fini della maturazione di una cultura inclusiva; concetti di cultura, etnie, generi e generazioni: elementi di antropologia cognitiva.

  • 2 CFU
    • Metodologie didattiche: introduzione ai modelli di mediazione didattica per la secondaria M-PED/03

Fondamenti epistemologici e metodologico-procedurali della didattica; principali tecnologie didattiche per l’educazione inclusiva; principi e principali modelli della progettazione didattico-educativa; principali metodi di insegnamento-apprendimento della scuola secondaria con particolare riguardo ai metodi attivi, cooperativi, laboratoriali, anche attraverso l’impiego delle TIC; individualizzazione e personalizzazione; costruzione dei processi di valutazione.

  • 4 CFU
    • Didattiche delle discipline e metodologie delle discipline di riferimento (delle classi di concorso)

Individuazione dei nuclei fondanti, dei saperi essenziali e del linguaggio specifico disciplinare, identificando i contenuti scientificamente più rilevanti e didatticamente più utili; progettazione e sviluppo di attività di insegnamento finalizzate alla costruzione dei curricoli e delle programmazioni, disciplinari e interdisciplinari, a partire dalle Indicazioni nazionali, dalle Linee guida e dai Quadri di riferimento per gli esami di Stato; valutazione critica dei materiali didattici in uso nella pratica scolastica; tecnologie dell’informazione e della comunicazione nell’apprendimento disciplinare: ruolo, opportunità, criticità ed esempi operativi; laboratorio disciplinare; modalità di valutazione e di autovalutazione del processo di insegnamento e dei risultati di apprendimento.

  • 2 CFU
    • Discipline relative all’acquisizione di competenze nell’ambito della legislazione scolastica IUS/09

Cenni di storia dei processi formativi e delle istituzioni scolastiche; sistema nazionale di istruzione, autonomia scolastica e ordinamenti didattici vigenti della scuola secondaria; funzione docente, stato giuridico del personale scolastico e Statuto delle studentesse e degli studenti; disposizioni normative concernenti i bisogni educativi speciali (studenti con disabilità, con disturbi specifici di apprendimento, con disturbi evolutivi specifici, con svantaggio economico, linguistico, culturale).

  • 9 CFU
    • Tirocinio indiretto 3 dei 9 CFU dedicati allo studio e alla preparazione dell’elaborato oggetto della prova scritta parte della prova finale

Le attività di tirocinio indiretto sono articolate in momenti di riflessione autonoma, e guidata e coordinata dai tutor; documentazione, approfondimento, come progettate dalle sedi, sono volte, tra l’altro, alla:  riflessione critica sulle competenze acquisite durante gli anni di servizio prestato nelle scuole e rielaborazione sulle proprie scelte professionali e sulla loro evoluzione, alla luce sia delle esperienze maturate sia nel confronto con i colleghi, i tutor, i docenti del percorso; costruzione di una complessiva documentazione del percorso formativo svolto, sotto forma di portfolio professionale.

30 CFU | Il percorso fino a dicembre 2024 (regime transitorio)

Entro il 31 Dicembre 2024 sono ammessi a partecipare al concorso per i posti comuni di docente di scuola secondaria di primo e secondo grado, e per i posti di insegnante tecnico-pratico, coloro che, in possesso del titolo di studio necessario con riferimento alla classe di concorso, conseguono almeno 30 CFU del percorso universitario e accademico di formazione iniziale.

I 30 CFU saranno così ripartiti:

  • 4 CFU
    • Discipline di area pedagogica M-PED/01; M-PED/02; M-PED/04

Fondamenti di pedagogia generale, interculturale e sociale; teorie e modelli di interpretazione della relazione educativa in contesti scolastici inclusivi, e con riferimento a tutti i protagonisti della rete educativa e formativa la scuola come ambiente di apprendimento: analisi dei bisogni educativi e formativi degli adolescenti e dei giovani nella società contemporanea, con particolare attenzione a tutte le situazioni di disagio; dimensioni pedagogico-didattiche dei fenomeni di dispersione e abbandono scolastico; storia della scuola e delle istituzioni educative in Italia e in Europa;  valutazione di sistema e valutazione degli apprendimenti.

  • 15 CFU
    • Tirocinio diretto

Il tirocinio diretto prevede: osservazione guidata delle attività svolte in classe, mirata all’individuazione e all’analisi delle strategie educative e didattiche; osservazione delle dinamiche relazionali nel contesto delle classi e valutazione delle loro ricadute sugli interventi educativi; osservazione durante lo svolgimento delle riunioni degli organi collegiali, del GLO e degli altri momenti di elaborazione collegiale;  affiancamento e collaborazione nella progettazione, realizzazione e verifica delle attività didattiche.

  • 2 CFU
    • Metodologie didattiche: introduzione ai modelli di mediazione didattica per la secondaria M-PED/03

Fondamenti epistemologici e metodologico- procedurali della didattica; principali tecnologie didattiche per l’educazione inclusiva; principi e principali modelli della progettazione didattico-educativa; principali metodi di insegnamento-apprendimento della scuola secondaria, con particolare riguardo ai metodi attivi, cooperativi, laboratoriali anche attraverso l’impiego delle TIC; individualizzazione e personalizzazione; costruzione dei processi di valutazione.

  • 7 CFU
    • Didattiche delle discipline e metodologie delle discipline di riferimento (delle classi di concorso)

Individuazione dei nuclei fondanti, dei saperi essenziali e del linguaggio specifico disciplinare, identificando i contenuti scientificamente più rilevanti e didatticamente più utili; progettazione e sviluppo di attività di insegnamento finalizzate alla costruzione dei curricoli e delle programmazioni, disciplinari e interdisciplinari, a partire dalle Indicazioni nazionali, dalle Linee guida e dai Quadri di riferimento per gli esami di Stato; valutazione critica dei materiali didattici in uso nella pratica scolastica;  tecnologie dell’informazione e della comunicazione nell’apprendimento disciplinare: ruolo, opportunità, criticità ed esempi operativi; laboratorio disciplinare; modalità di valutazione e di autovalutazione del processo di insegnamento e dei risultati di apprendimento.

  • 2 CFU
    • Discipline relative all’acquisizione di competenze nell’ambito della legislazione scolastica IUS/09

Cenni di storia dei processi formativi e delle istituzioni scolastiche; sistema nazionale di istruzione, autonomia scolastica e ordinamenti didattici vigenti della scuola secondaria; funzione docente, stato giuridico del personale scolastico e Statuto delle studentesse e degli studenti; disposizioni normative concernenti i bisogni educativi speciali (studenti con disabilità, con disturbi specifici di apprendimento, con disturbi evolutivi specifici, con svantaggio economico, linguistico, culturale).

30 CFU | Il Percorso nella fase definitiva

I vincitori del concorso (cui hanno partecipato in virtù del possesso dei primi 30 CFU riportati nella Tab.3) devono conseguire ulteriori 30 CFU necessari per il completamento della formazione iniziale universitaria, cui accedono di diritto, come di seguito riportati: 

  • 2 CFU
    • Discipline di area pedagogica M-PED/01; M-PED/02; M-PED/04

Fondamenti di pedagogia generale, sociale e interculturale; teorie e modelli di interpretazione della relazione educativa, in contesti scolastici inclusivi e con riferimento a tutti i protagonisti della rete educativa e formativa; la scuola come ambiente di apprendimento: analisi dei bisogni educativi e formativi degli adolescenti e dei giovani nella società contemporanea, con particolare attenzione a tutte le situazioni di disagio; dimensioni pedagogico didattiche dei fenomeni di dispersione e abbandono scolastico; storia della scuola e delle istituzioni educative in Italia e in Europa; valutazione di sistema e valutazione degli apprendimenti.

  • 5 CFU
    • Tirocinio indiretto 3 dei 5 CFU riservati alle attività formative relative all’inclusione scolastica

Le attività di tirocinio indiretto sono articolate in momenti di riflessione autonoma, e guidata e coordinata dai tutor; documentazione, approfondimento, come progettate dalle sedi, sono volte, tra l’altro, alla: • rielaborazione delle attività svolte nel confronto con i colleghi in formazione, i tutor, i docenti del percorso; costruzione di una complessiva documentazione del percorso formativo svolto, sotto forma di portfolio professionale.

  • 3 CFU
    • Formazione inclusiva delle persone con BES (disabilità, disturbi evolutivi specifici/DSA e svantaggio economico, sociale e culturale) M-PED/03

Concetto di inclusione e politiche specifiche per gli alunni con BES; ICF; organizzazione scolastica per l’inclusione: barriere e facilitatori; PEI nazionale e ruolo dell’insegnante curricolare; modelli di PDP.

  • 3 CFU
    • Disciplina di area linguistico-digitale M-PED/03; Tecnologie digitali: INF/01, INGINF/05 e applicazioni in ambito didattico: M-PED/03; Principi e metodi della programmazione: INF/01, INGINF/05 e applicazioni in ambito didattico: M-PED/03; Competenze informatiche di base e trasversali: INF/01 e INGINF/05; Linguistica L-LIN/02.

Metodologie della didattica digitale; tecnologie della didattica digitale; programmazione informatica (coding); competenze informatiche di base e trasversali; elementi di educazione linguistica.

  • 4 CFU
    • Disciplina psico-socio-antropologiche M-PSI/01; M-PSI/04; SPS/08; M-DEA/01

Processi psicologici implicati nel processo di insegnamento-apprendimento: ragionamento e problem solving; processi di costruzione del sé; sviluppo delle competenze sociali; identità e legami affettivi; processi psicologico-sociali, individuali e di gruppo, che influenzano il funzionamento dei gruppi classe e delle organizzazioni scolastiche; gestione delle dinamiche di gruppo e dei conflitti interpersonali e intergruppi; etnografia del contesto classe: conoscenze e competenze di natura antropologica e antropologicoculturale, volte al riconoscimento dell’alunno con la sua storia, la sua identità e le specificità dei suoi contesti culturali e familiari, ai fini della maturazione di una cultura inclusiva; • concetti di cultura, etnie, generi e generazioni: elementi di antropologia cognitiva.

  • 2 CFU
    • Metodologie didattiche: introduzione ai modelli di mediazione didattica per la secondaria M-PED/03;

Fondamenti epistemologici e metodologico-procedurali della didattica; • principali tecnologie didattiche per l’educazione inclusiva; • principi e principali modelli della progettazione didattico-educativa; • principali metodi di insegnamento-apprendimento della scuola secondaria, con particolare riguardo ai metodi attivi, cooperativi, laboratoriali, anche attraverso l’impiego delle TIC; • individualizzazione e personalizzazione; • costruzione dei processi di valutazione.

  • 7 CFU
    • Didattiche delle discipline e metodologie delle discipline di riferimento (delle classi di concorso)

Individuazione dei nuclei fondanti, dei saperi essenziali e del linguaggio specifico disciplinare, identificando i contenuti scientificamente più rilevanti e didatticamente più utili; progettazione e sviluppo di attività di insegnamento finalizzate alla costruzione dei curricoli e delle programmazioni, disciplinari e interdisciplinari, a partire dalle Indicazioni nazionali, dalle Linee guida e dai Quadri di riferimento per gli esami di Stato; valutazione critica dei materiali didattici in uso nella pratica scolastica; tecnologie dell’informazione e della comunicazione nell’apprendimento disciplinare: ruolo, opportunità, criticità ed esempi operativi; laboratorio disciplinare; modalità di valutazione e di autovalutazione del processo di insegnamento e dei risultati di apprendimento.

I Nostri Corsi Online

graduatorie scuola

Vuoi aumentare il tuo
Punteggio nelle GPS?